In Primo Piano

La UILA Lavoratori-Agro alimentare è in fase congressuale

.

 

Villa Castelli

Torre Santa Susanna


Erchie

San Vito dei Normanni

Assemblee UILA nei Comuni brindisini

12 gennaio 2018

Anche la UILA – Unione Italia Lavoratori Agroalimentari, in preparazione del Congresso Territoriale che si svolgerà il 22 marzo a Castello Monaci - San Pancrazio Salentino, ha iniziato le riunione delle Leghe per discutere le tesi congressuali della categoria ed eleggere i delegati che vi parteciperanno.........

Costituito il Presidio Territoriale UIL Pensionati 1 (PTU 1) a Torre Santa Susanna

.

foto di gruppo

Gli iscritti in assemblea

10 gennaio 2018

Nella Sala Consiliare del Comune di Torre Santa Susanna, alla presenza del Segretario territoriale della UIL Pensionati di Brindisi Tindaro Giunta, del Segretario organizzativo Mimino Zuccaro, della responsabile della Lega UIL Pensionati 1 signora Perrucci Maria Grazia e di numerosi iscritti alla nostra Organizzazione, si è costituito il "Presidio Territoriale Torre S.S. 1" che sostituisce la vecchia Lega UILP in termini di rappresentanza organizzativa e politica della UIL Pensionati........

Più rispetto per i diritti degli ammalati

.

        Quando finiranno i viaggi della speranza?

     B R I N D I S I

4 gennaio 2018

La Uil pensionati di Brindisi si augura, almeno per i diritti dell’ammalato e della sua famiglia, che il Presidente Emiliano faccia qualcosa nel territorio brindisino. Avere una Sanità efficiente e di qualità, potrebbe essere un vanto se a Brindisi e nella regione Puglia, vi fosse un personale sufficiente, si eliminassero le liste d’attesa e non si facessero più  “Viaggi della speranza”.........

Piani sociali di zona: incontro con il Consorzio di Fasano - Ostuni - Cisternino

.

                 

Tavolo di concertazione - riunione con le delegazioni Sindacali

4 gennaio 2018

L’Ambito Territoriale Sociale di Fasano, recentemente costituitosi  in “Consorzio per l’Integrazione e l’Inclusione Sociale” che oltre a Fasano comprende anche i comuni di Cisternino e Ostuni,  nei giorni scorsi, sia pure con un certo ritardo sui tempi previsti, ha convocato il Tavolo di Concertazione con all’ordine del giorno la verifica dell’attuazione del Piano Sociale di Zona  dell’Ambito Br/2, attraverso l’esame della Relazione Sociale e dell’apposita rendicontazione.........

Appello della UIL alle Istituzioni

.

Ognuno faccia la sua parte per il bene della nostra comunità

2 gennaio 2018
In una città come Brindisi che continua nel suo inarrestabile percorso di crisi, malgrado i nuovi, speranzosi annunci dell’arrivo di milioni di euro per un ipotetico rilancio dello sviluppo e dell’occupazione, la realtà di tutti i giorni è quella del degrado sociale e del ricorso alla mensa della Caritas per centinaia di famiglie, prive di qualsiasi assistenza per i bisogni giornalieri. Vorremmo, è un nostro vecchio obiettivo, trovare nelle pubbliche istituzioni: Provincia, Comune e Prefettura, punti di riferimento e di discussione per poter finalmente iniziare a confrontarci alla ricerca di soluzioni per difficoltà che sono sotto gli occhi di tutti. È tanto difficile istituire e, soprattutto, far funzionare un tavolo di concertazione con tutti gli enti locali e con i privati che abbia la forza necessaria per mettere in evidenza le gravissime difficoltà in cui ci troviamo, ottenendo attenzione e considerazione? È finito il tempo dell’attesa, passato invano! Sanità, ambiente, lavoro, sviluppo sono temi fondamentali per una comunità. Abbiamo il dovere di cercare ed individuare tutte le opportunità favorevoli per determinare la necessaria inversione di tendenza. Il Sindacato ha dimostrato la sua disponibilità fornendo idee e soluzioni con il valido aiuto, in qualche circostanza, della task force della regione Puglia. Abbiamo perciò la necessità di far ripartire il tavolo CPEL che in passato, ha dimostrato per i risultati ottenuti, di avere le carte a posto. L’accordo quadro sulla chimica ne è dimostrazione. Oggi si ripropongono le condizioni per avere disponibilità economiche in questo settore che, se convenientemente finalizzate, darebbero la possibilità ad importanti aziende multinazionali, presenti nell’area industriale brindisina, di crescere trovando le giuste dimensioni nel mercato globale per confermare tecnologie, competenze e prodotti con un indotto particolarmente qualificato. In questo modo si potranno, in tempi accettabili, attrarre nuovi investimenti, formare ed inserire nel mercato del lavoro maestranze in grado di trovare occupazione immediata. Così come riteniamo necessario aprire il dialogo sullo smaltimento dei rifiuti, un progetto valido che deve essere condiviso da tutti. La società A2A non può decidere da sola su problemi che coinvolgono la salute dei cittadini. Ci sono obblighi e doveri vincolanti nei confronti di strutture pubbliche che hanno titolo e competenze da rispettare.

Il Segretario territoriale

Antonio Licchello