In Primo Piano

La UIL Polizia al Congresso territoriale

.

                                                    

Segreterie territoriali Brindisi

26 maggio 2017

La UIL Polizia di Brindisi organizza domani sabato 27 maggio 2017 , inizio ore 9.00, presso la sala conferenze “F. Zizzi” della Questura di Brindisi il 2° Congresso territoriale di categoria. Ai lavori, che avranno al centro della discussione i temi che riguardano la legalità, la sicurezza dei cittadini, le riforme ed il ruolo del Sindacato, parteciperanno il Segretario della Unione regionale UIL di Puglia Aldo Pugliese ed il Segretario territoriale della UIL Antonio Licchello. Relazionerà Giampiero Spedicato, Segretario territoriale della UIL Polizia. È previsto il saluto del signor Prefetto dottor Annunziato Vardè, del signor Questore dottor Maurizio Masciopinto, del professor Maurizio Bruno Presidente dell’Amministrazione provinciale e della Sindaca di Brindisi avvocato Angela Carluccio. Concluderà i lavori il Segretario nazionale UIL Polizia Oronzo Cosi.

La Segreteria

Importanti risultati raggiunti

.

                                               

SEGRETERIE TERRITORIALI BRINDISI

ASSEMBLEA  

   DIPENDENTI CIVILI DEL MINISTERO DIFESA 

23 maggio 2017

Si è svolta il 23 Maggio  un’assemblea, molto partecipata,  dei dipendenti  civili  del Ministero della Difesa  di Brindisi alla presenza di Patrizia Stella per la  FP CGIL, Franco Barbera per la UIL PA , Mimmo Bellangino e Giuseppe Andrisano per le delegazioni trattanti nazionali FP CGIL e UIL PA Difesa. La discussione  si è focalizzata sull’accordo  storico sottoscritto il 5 Aprile tra le OO.SS. e  la Ministra Pinotti. Storico perché,  grazie alla mobilitazione sindacale messa in campo a livello nazionale,  si è avuto il riconoscimento di importanti  risultati ad iniziare dal percorso di perequazione del trattamento economico con gli altri enti e ministeri, l’avvio di un nuovo piano di assunzioni a partire dall’area tecnico- industriale con l’immediato sblocco del turn-over, la riqualificazione del personale, tabelle di equiparazione tra personale civile e militare  e  l’avvio  di un confronto tecnico con le OO.SS.  sugli arsenali. Si tratta di risultati  che non hanno precedenti nel Ministero della Difesa e che si tradurranno in  immediate risorse economiche aggiuntive per il personale civile della Difesa,  nuove assunzioni di personale tecnico specialistico  con  il rilancio della Scuola Allievi Operai per formare le future maestranze nel settore manutentivo delle Unità Navali. L’assemblea si è soffermata poi sul problema del declassamento della Maristanav Brindisi a Reparto di  Taranto evidenziandone il contrasto  con  le dichiarazioni dello Stato Maggiore Marina  sul  rilancio della Stazione Navale di Brindisi . Sul punto c’è  un preciso impegno  della FP CGIL e UIL PA  a vigilare affinché si tratti, come assicurato dai Vertici del Ministero, di una situazione solo momentanea  che dal 2018  dovrebbe essere  superata con  l’acquisizione  dei requisiti  di stazione appaltante da parte di Maristanav Brindisi. Sono state affrontate anche  le problematiche relative  all’amianto ancora presenti presso  la Stazione navale di Brindisi con l’impegno  della FP CGIL e la UIL PA  a  continuare a rivendicare, nelle sedi opportune,  la  riapertura dei termini  per la presentazione delle istanze degli aventi diritto. Inoltre FP CGIL e UIL PA hanno rinnovato l’impegno  a proporre, nell’ambito del confronto sulla previdenza in atto con il Governo, l’inserimento tra i lavori usuranti di alcune tipologie di lavorazioni  svolte all’interno  della Stazione Navale.

UIL PA Franco BARBERA                               FP CGIL Patrizia STELLA

Continua lo sciopero nell'area industriale

.

 Segreterie Territoriali Brindisi

24 maggio 2017

Ecco un’altra giornata che mai Brindisi avrebbe voluto vivere.
Le strade che conducono alla Versalis questa mattina sono bloccate da auto di cittadini, la gente è ormai esasperata e non intende più aspettare che qualcuno si ricordi di loro. Dopo settimane di pacifiche iniziative vertenziali senza che mai venissero compromessi i servizi e nonostante l’atteggiamento irrispettoso tenuto dalle grandi multinazionali verso il problema Brindisi, oggi, i lavoratori hanno deciso di far sentire forte la loro protesta, e temiamo che gli stessi possano sfociare in episodi ancor più eclatanti. Per questo motivo CGIL CISL e UIL, nelle more del perfezionamento dell’iter sullo stato di crisi a Brindisi, chiedono l’immediato aiuto del Governo e di tutte quelle Istituzioni Locali preposte alla gestione politico economica del territorio. Non è possibile che dinanzi ad una vertenza di tal portata tutte le Istituzioni Locali, ad eccezione del Prefetto di Brindisi, e le forze politiche non sentano la necessità di collaborare per la composizione di detta vertenza, girando la testa per non affrontare i problemi. Le Confederazioni di CGIL, CISL e UIL, dopo un attivo unitario partecipato, che ha visto coinvolte tutte le categorie, hanno dichiarato nei giorni scorsi “lo stato di crisi” della Provincia di Brindisi… i livelli politico/istituzionali sono interessati a tale crisi?

Macchia CGIL                   Baldassarre CISL                           Licchello UIL


 

Dichiarato lo stato di crisi nella provincia di Brindisi

.

      

SEGRETERIE TERRITORIALI

19 maggio 2017

Gli esiti di una crisi economica che perdura oltre ogni previsione e le dinamiche di un mercato globale spesso deregolamentato, hanno aumentato il rischio di povertà ed esclusione sociale in aree, come quella di Brindisi, in cui le criticità ristagnano e la ripresa non si vede. Il tasso di disoccupazione ha superato il 36%, con percentuali ancora più drammatiche per i giovani e gli over 50. Serve un cambiamento radicale che persegua l’idea di uno sviluppo integrato sostenibile. Obiettivo realizzabile solo attraverso una politica attenta e mirata a cogliere tutte le occasioni, presenti e future, in cui i contesti istituzionali e sociali siano capaci di governare e orientare cicli e processi produttivi di beni e servizi complessi, partendo da scelte strategiche adeguate e condivise. In questo contesto siamo convinti che è necessario avviare una nuova fase di reale confronto in cui il metodo della programmazione partecipatadiventi nel nostro territorio lo strumento per promuovere occupazione stabile e miglioramento della qualità della vita.

Per questo chiediamo:

UN PATTO PER LO SVILUPPO E IL LAVORO”

con le Parti Sociali, in cui i contenuti prioritari siano:

  • Lavoro

  • Salute e ambiente

  • innovazione

  • sostenibilità

  • legalità

  • welfare

  • politiche pubbliche fondate sull’utilizzo integrato delle risorse economiche regionali, nazionali e comunitarie attraverso la costituzione di un tavolo inter istituzionale permanente a livello governativo e regionale da istituire a Brindisi.
                                                  CGIL                              CISL                           UIL

Sciopero dei lavoratori dell'indotto industriale

.

                           

SEGRETERIE TERRITORIALI

19 maggio 2017

Le Segreterie Confederali di CGIL, CISL e UIL, unitamente alle categorie presenti all’interno dello stabilimento petrolchimico di Brindisi, proclamano lo stato di agitazione con la relativa astensione delle prestazioni di lavoro straordinario per sabato 20 e domenica 21 maggio p.v. ed indicono

lo sciopero generale intercategoriale

per la giornata di

lunedì 22 maggio 2017

Si precisa che saranno garantiti i servizi necessari per la sicurezza degli impianti. A tal fine si diffida dall’utilizzo indiscriminato dello strumento delle comandate annunciando che, se dovessero verificarsi degli abusi, le scriventi adiranno alle autorità competenti.

Si rende noto che durante la giornata ci sarà un sit-in a piazza Santa Teresa a Brindisi. Tale iniziativa è coerente con la vertenza in essere all’interno del petrolchimico a garanzia dei livelli occupazionali.

CGIL                         CISL                    UIL

Brindisi