In Primo Piano

Incontro in Prefettura

.

 

22 ottobre 2014

Su richiesta di CGIL, CISL e UIL di Brindisi si è svolto alla presenza del Prefetto dottor Nicola Prete un incontro con i parlamentari del territorio, consiglieri regionali, sindaci della provincia ed Organizzazioni datoriali  per discutere della drammatica situazione sociale esistente......

Manifestazione nazionale dei pensionati il 5 novembre

.

logo_uilp.jpg - 20.83 KBBrindisi


 Si svolgerà in 3 città italiane: Milano, Roma e Palermo

I pensionati pugliesi a Palermo

21 ottobre 2014

Si torna ancora a parlare d’imposte, austerità, flessibilità. Le pensioni hanno perso in questi ultimi anni, il 4-5 per cento del loro potere d’acquisto.
Le tasse colpiscono le famiglie, i pensionati, le persone non autosufficienti e gli incapienti. La Uil pensionati di Brindisi chiede al governo....

Lettera aperta al nuovo presidente della Provincia

.

 

http://www.uil.it/UtentiEsterni/Logo_UIL.jpg

 

 

Lettera aperta al nuovo Presidente Amministrazione Provinciale

 dott. Maurizio Bruno

Terminata la fase del commissariamento e lo spauracchio della chiusura della stessa Provincia ritorniamo ad essere rappresentati dalla politica che dovrà essere, tra le tante difficoltà economiche ed organizzative, un punto di riferimento per tutto il territorio provinciale.

Auguriamo al Presidente neo eletto un proficuo lavoro ricordandogli che questo territorio è martoriato dal problema bonifiche e dal dilagare della disoccupazione.

A nulla serve il taglio dell’IRAP per le imprese che intendono investire a Brindisi “ Zona Industriale “ per le vicissitudini che tutti conosciamo.

Per questi motivi sentiamo la necessità di riaprire il tavolo del CPEL e far decollare finalmente “l’Osservatorio della Chimica” , elementi importanti per iniziare a discutere dei problemi della provincia di Brindisi e dare alle Aziende un punto di riferimento per il superamento di ostacoli che appartengono all’Ente.

Un ringraziamento lo rivolgiamo al Commissario dott. Cesare Castelli per quanto ha fatto nei due anni della sua gestione.

Confidiamo, caro Presidente,  nella sua grande disponibilità ed attenzione   al confronto,  augurandole  un in bocca al lupo per quanto riuscirà a fare nel prossimo futuro.

Brindisi 15 ottobre 2014

                                                                       Il Segretario Generale della CST

                                                            Antonio Licchello 

La UIL sul futuro del petrolchimico

.

        http://www.uil.it/UtentiEsterni/Logo_UIL.jpg             

 

 

                   Una nota del Segretario generale

 

Sono pienamente convinto che il petrolchimico di Brindisi ha un futuro, ed il suo futuro passa attraverso il consolidamento dell’impianto Cracking.

Un impianto costruito a Brindisi per le note vicende che tutti conosciamo, o almeno, quasi tutti ricordano. L’interessamento della politica, dell'Enichem e del Sindacato, a tutti i livelli, fecero tanto per ottenere un risultato che oggi continua ad essere un punto di riferimento per le strategie dell’Eni nel settore della chimica.

 Del Craking si è sempre parlato anche quando ancora non era in funzione in quanto forti erano le pressioni per favorire altri territori. Il Sindacato e la Politica seppero tutelare il territorio garantendo l’investimento. Perciò a chi paventa distrazioni verso il settore rispondiamo che siamo stati vigili ed attenti nel difendere i lavoratori rafforzando conseguenzialmente le aziende.

 Un investimento che ha favorito la nascita e lo sviluppo di nuove realtà produttive vedi l’avvio dello Spheripol PP2 Basell per la produzione di polipropilene così come di recente per la messa in marcia dell’MZCR, primo impianto al mondo a sperimentare su scala industriale la nuova tecnologia. Ai già citati investimenti aggiungo l’avvio del PE1/2 per la produzione di polietilene della società Versalis. Realtà che hanno consentito notevoli benefici per l’indotto sia per le trasformazioni (vedi Jndal), sia per la fornitura di gas tecnici (Chemgas), sia per lo sviluppo intermodale in ambito logistico.

Per quanto sopra ritengo che quelli trascorsi non siano stati anni persi, anzi. Nel disinteresse generale di chi preferisce il “frastuono mediatico” sono stati attuati importanti innovazioni che hanno rafforzato il sistema ambientale, della sicurezza e delle produzioni.

Oggi si ripropone il dilemma Brindisi – Marghera. L’Eni è stata molto chiara nel proporre i prossimi progetti industriali: a Marghera è previsto un rafforzamento della sinergia con Ferrara e Mantova oltre ad un investimento nella chimica verde.

Qui si inserisce il problema sollevato per Basell con il quale si chiede dove intende e come vuole rafforzarsi Eni per comprendere se gli attuali volumi di propilene verranno garantiti nell’immediato futuro ed in previsione della scadenza contrattuale di fornitura prevista per il 2017. Per queste ed altre problematiche, vedi appalti, piano industriale e ruolo di Brindisi nella chimica il Sindacato da tempo chiede un confronto con Eni, Enel, Edipower, Augusta, Fiat Avio, Aventis, Jndal.

C’ è chi non intende ascoltare, spero sappiano almeno leggere!!! 

 10 ottobre 2014

 Antonio Licchello    

La UIL Polizia incontra Renzi

.

Sindacati e Cocer Comparto Sicurezza, Difesa e Soccorso Pubblico: 

positivo l’odierno incontro con Renzi

I rappresentanti dei Sindacati e Cocer del Comparto Sicurezza, Difesa e Soccorso Pubblico, in rappresentanza del 94% dei circa 500.000 addetti al settore, giudicano positivamente l’esito dell’incontro svoltosi nella mattinata odierna a Palazzo Chigi con il Presidente del Consiglio Matteo Renzi.