In Primo Piano

Refezione scolastica

.

        La proposta di riattivare i comitati mensa

13 novembre 2017

Si ripresentano puntualmente, come ogni anno, i problemi relativi alla qualità e l’organizzazione del servizio di refezione scolastica nel Comune capoluogo.........

Politica energetica

.

                      Quale il futuro di Cerano?

13 novembre 2017

Il 10 novembre scorso è stato firmato dai ministri Calenda e Galletti il decreto interministeriale sulla Strategia nazionale energetica SEN 2030. Il documento prevede tra l’altro: l’abbandono dell’utilizzo del carbone per usi industriali dal 2025.

I ministri hanno dichiarato che il documento contiene unicamente indirizzi di azione, e delega a successive leggi e norme attuative i contenuti e le indicazioni per l’applicabilità del progetto nel suo insieme.

La denuncia fatta dalla nostra Organizzazione dopo l’annuncio, ritenuto strumentale, del quotidiano “Sole 24 Ore” di qualche settimana fa perché aveva riposizionato la nostra città alla penultima posizione per quanto riguarda la vivibilità ambientale, era quindi giusta. Il documento non contiene nessuna indicazione per investimenti  sostitutivi nel settore elettrico/energetico per le centrali attualmente in produzione e tra queste quella di Brindisi. Siamo convinti che l’alternativa non può essere le rinnovabili che ad oggi hanno prodotto solo danni all’agricoltura, utilizzando terreni di qualità per costruire gli impianti senza nessun vantaggio dal punto di vista occupazionale.

Sulla base di quanto sta accadendo la UIL territoriale esprime forte preoccupazione per il futuro dei dipendenti diretti ed indiretti e nel contempo chiede che da subito nel decreto siano inseriti progetti con investimenti sostitutivi che garantiscono rispetto ambientale ed occupazione certa per il territorio.

Antonio Licchello

Segna il passo il servizio di raccolta differenziata

.

    Necessario attivare le isole ecologiche

 B R I N D I S I

31 ottobre 2017

Sembra segnare il passo il servizio di raccolta differenziata nel Comune di Brindisi. Quanto sopra, nonostante l’ottimismo iniziale ed il risalto dato, anche dalla scrivente, alle attività messe in campo. Consenso riscosso in parte per la qualità del servizio reso ma anche e soprattutto per il confronto con le pessime gestioni precedenti......

Analisi sulle pensioni

.

           L'incerto futuro dei pensionati

   B R I N D I S I

26 ottobre 2017

La politica è l’arte meravigliosa di saper governare ed amministrare il bene comune. Etimologicamente politiké (téchné) significa (arte) politica; politikòs, è” proprio del cittadino”, polités, invece, è il “cittadino”.........

La posizione della UIL sull'innalzamento dell'età pensionabile

.

 Camelo Barbagallo

Gentiloni ci convochi subito. Faremo di tutto per un

accordo, ma senza esiti, lotta sindacale

25 ottobre 2017

Nella assemblea nazionale dei delegati UIL del nord e nord est d'Italia, riuniti a Crevalcore in provincia di Bologna, è emerso con forza anche il problema del giorno: l’innalzamento automatico dell’età pensionabile. Cgil, Cisl, Uil hanno già espresso la loro assoluta contrarietà a questo meccanismo. Sul problema complessivo della previdenza nel nostro Paese, oltre che sulle questioni del lavoro, degli ammortizzatori sociali, dei contratti e della sanità, i Sindacati hanno già chiesto, unitariamente, un incontro al Presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni. Allo stato attuale, però, nessuna risposta è giunta da Palazzo Chigi.

 

L’intervento di Barbagallo è stato molto duro, sino al punto da non escludere un ricorso allo sciopero generale: “Do un consiglio a Gentiloni - ha detto il leader della Uil - ci convochi subito. Ci sono alcune sollecitazioni importanti anche da parte del mondo della politica con cui si chiede il blocco dell’incremento automatico dell’età pensionabile. La nostra mobilitazione continua: chiederemo incontri ai gruppi parlamentari e ai Presidenti del Senato e della Camera. Al Consiglio confederale della Uil ho chiesto il mandato a fare tutto il possibile per arrivare a un accordo con il Governo: noi siamo il Sindacato riformista. Ma se non sarà possibile ottenere risultati - ha concluso Barbagallo - sia chiaro a tutti che non abbiamo derubricato la lotta sindacale”.

 

nota stampa UIL nazionale