In Primo Piano

Comunicati

Seleziona un articolo da leggere

Stampa

Stato di crisi e vertenza Brindisi

Le considerazioni del Segretario territoriale

10 agosto 2017

Senza alimentare polemiche e solo per fare alcune considerazioni sulle dichiarazioni fatte alla stampa dal presidente di Confindustria Brindisi dottor Marinò, facendo chiarezza rispetto ai ruoli che competono a ciascuno di noi. Abbiamo già dato atto dell’attenzione verso il nostro territorio da parte del ministro De Vincenti che oggi, come massimo rappresentante politico istituzionale, ha un ruolo diverso e sicuramente più potere decisionale rispetto a qualche tempo addietro, anche nei confronti di chi rappresenta politicamente Brindisi e coloro che in altri tempi erano succubi della politica regionale. Oggi abbiamo la possibilità di farci ascoltare direttamente dal ministro dimostrando e, come Sindacato lo faremo senz’altro, che per il bene delle comunità brindisina, non ci possono essere divergenze di ruolo e di rappresentanza. La battaglia non è tra di noi ma verso chi per anni ha trascurato, in maniera sistematica, gli interessi del nostro territorio. Il Sindacato, la UIL non si è mai posto il problema di chi e come si deve rappresentare la città e la provincia di Brindisi o chi deve essere presente alle riunioni. I nostri ripetuti appelli all’unità negli anni sono la dimostrazione di quanto affermiamo. Il dottor Marinò puntualizza nell’intervista: “ma, lo ripeto, non è il tavolo sulla crisi (quello del 4 settembre) che invoca il Sindacato, sono due cose diverse”. Consideriamo queste dichiarazioni parziali e molto semplificative. È come se dicesse: penso e porto avanti solo le idee ed i progetti che mi riguardano.

Al contrario il Sindacato dei lavoratori fa proprie e sostiene gli interessi di tutta la collettività.

Se il 4 settembre saremo invitati a partecipare alla riunione con il ministro De Vincenti, la UIL sosterrà le istanze ed i bisogni più vasti ed articolati del territorio, con idee e progetti per il rilancio dell’economia e dell’occupazione, non solo di apparati e settori che riguardano servizi che, in passato, sono già stati attenzionati senza ottenere risposte concrete.

Il documento sindacale unitario presentato a giugno scorso lo dimostra.  

Il Segretario territoriale

Antonio Licchello

Stampa

Il Governo si deve far carico del nuovo Welfare

B R I N D I S I

Rispetto per i diritti e la dignità della persona

sono basilari in democrazia

7 agosto 2017

La Uil pensionati di Brindisi ritiene per scontato alla ripresa dei lavori di settembre che il Governo faccia uno sforzo per i giovani attraverso la riforma e le contrattazioni sociali per il lavoro, almeno nelle priorità: reddito di lavoro, formarsi una famiglia e in futuro un reddito di pensione dignitoso..........

Stampa

Stato di crisi della Provincia di Brindisi

       

SEGRETERIE TERRITORIALI

BRINDISI: UN TERRITORIO CHE ATTENDE RISPOSTE PER LO SVILUPPO

 5 agosto 2017

Quando chi rivendica i propri diritti lo fa con cognizione di causa e, contestualmente,  dall’altra parte vi è un interlocutore  attento realmente ai bisogni del territorio,  si realizza quanto sta avvenendo in questi giorni per Brindisi.........

Stampa

Incontro con il Commissario prefettizio dottor Giuffré

                     Molti i temi discussi

  B R I N D I S I

3 agosto 2017

Si è svolto nella mattinata odierna l’atteso incontro tra rappresentanti della scrivente e la gestione commissariale del Comune di Brindisi. Hanno partecipato alla riunione convocata dal Sub Commissario Dott. Padovano il Presidente dell’ADOC provinciale Zippo Giuseppe, la responsabile dell’Avvocatura, avv. Maria Marina Leo e il responsabile organizzativo dott. Corrado Adesso.........

Stampa

Piani sociali di zona: l'Ambito BR/1 non convoca da mesi il Sindacato

 

A Brindisi manca il confronto sulle

politiche sociali

3 agosto 2017

Come Sindacato pensionati SPI/CGIL, FNP/CISL E UILP/UIL, siamo ancora una volta costretti a denunciare la totale ed ingiustificata assenza di confronto sulle politiche sociali nel Comune di Brindisi e ancor di più nell’ambito BR/1 ( Brindisi e San Vito dei Normanni ).......