Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Consiglio territoriale UIL Brindisi

Il 30 ottobre 2020, nel salone di rappresentanza della UIL, in presenza fisica nel rispetto dei distanziamenti per i partecipanti, ed utilizzando la piattaforma web in remoto per i collegamenti dall’esterno, si è tenuta la riunione del Consiglio territoriale della UIL di Brindisi. I lavori sono stati coordinati dal Segretario Luigi Vizzino per un esame puntuale del momento storico, delle vicende sociali, economiche e politico sindacale che si verificano a livello nazionale e locale. Hanno partecipato in collegamento web il Segretario nazionale Domenico Proietti ed il Segretario generale UIL Puglia Franco Busto. Nella relazione introduttiva il Segretario della Camera sindacale territoriale UIL Licchello, con una approfondita disamina, ha evidenziato la gravità della situazione economico sociale presente nel territorio provinciale, le annose vertenze in settori produttivi strategici, l’aumento della disoccupazione, i problemi che vivono i cittadini meno abbienti, il sistema sanitario locale che non risponde ai bisogni degli anziani,  le difficoltà nei rapporti con le Istituzioni locali che continuano, nonostante le proposte e le ripetute richieste di confronto, a mostrare indifferenza e mancanza di attenzione verso il Sindacato.  Temi ed argomenti già denunciati negli anni, attraverso decine di comunicati, che non trovano ancora risposte.  A conclusione del suo intervento ha preso la parola il Segretario nazionale Domenico Proietti che si è soffermato sui temi economico sindacali europei e nazionali informando i partecipanti sullo stato del confronto con il Governo e sulle richieste che il Sindacato Confederale ha presentato sull’allungamento del blocco dei licenziamenti, sulla necessità di utilizzo e riconoscimento in tempi brevi degli ammortizzatori sociali (ottenute nella riunione del pomeriggio con il Presidente nel Consiglio Conte), sul controllo, la prevenzione ed il rispetto delle normative inerente alla diffusione della pandemia, la necessità di disporre immediatamente di tutte risorse necessarie per favorire il rilancio e la ripresa delle attività produttive, commerciali e del tempo libero. Le richieste fatte nel Patto per l’Italia, presentato dal Sindacato, devono avere sollecito riscontro.

Gli interventi dei Segretari di categoria hanno sottolineato aspetti settoriali e temi di carattere industriale e sociale.

Il Segretario regionale UIL Franco Busto, nel suo intervento conclusivo, ha trattato i temi dell’emergenza epidemiologica, i contenuti dei numerosi DPCM che hanno distribuito ingenti risorse in direzione, quasi esclusiva, delle imprese. La necessità, quindi, di avere politiche di governo non improvvisate e l’urgenza di offrire sicurezze e prospettive al Paese ed ai diversi attori sociali. Il Ruolo del Sindacato, la sua funzione sono e saranno strategiche nella importante fase della ricostruzione, anche approfittando delle ingenti risorse del “RICOVERY FUND. Per questo ha auspicato un ruolo attivo del Sindacato a tutti i livelli.

Il Segretario generale
Antonio Licchello