Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

UIL TOUR 2021: conclusa la 2 giorni di Bari. La tavola rotonda organizzata dalla Camera Sindacale di Brindisi

10 novembre 2021

Si sono conclusi positivamente i lavori dell’iniziativa nazionale UIL TOUR 2021 svolta in Piazza della Prefettura a Bari alla presenza di numerose personalità del mondo sindacale, economico, produttivo ed istituzionale. Tanti i temi trattati con focus orientati ad una analisi delle criticità ma, soprattutto, delle potenzialità dei territori alla luce anche delle prospettive future di crescita del Paese.

Sicurezza sul lavoro, diritti, ambiente, commercio, artigianato, agroalimentare, sociale e politiche di sviluppo sono solo alcuni degli argomenti trattati nella 2 giorni di Bari.

La Camera Sindacale UIL di Brindisi, in uno con le categorie, ha inteso dare il suo contributo fattivo nei confronti dei lavori che si sono svolti. Un importante risultato è stato ottenuto dalla tavola rotonda e dal successivo dibattito coordinato dal Segretario provinciale Antonio Licchello: BRINDISI PRESENTE E FUTURO, con la partecipazione del Presidente dall’Autorità Portuale Ugo Patroni Griffi, del Presidente di Confindustria Brindisi Gabriele Menotti Lippolis, del Presidente CNA Franco Gentile e dell’assessore regionale allo sviluppo Alessandro Delli Noci.

Al centro della discussione il ruolo dell’apparato istituzionale e di quello privato, del Sindacato confederale sulle politiche di sviluppo e la visione strategica futura dell’economia brindisina. Non poteva mancare, viste le presenze, un approfondimento sulla centralità del porto di Brindisi, elemento trainante del “METODO BRINDISI” per diversi settori produttivi: logistica, trasporti, industria, turismo. Ne è scaturito un quadro allarmante da tempo denunciato dalla nostra Organizzazione e, nel contempo, del complicato rapporto tra Istituzioni, rappresentanti sociali ed imprenditoriali. Un dato che non gioca a favore dell’economia del territorio e soffre ancora oggi di visioni utopistiche lontane dai bisogni dei cittadini, dei lavoratori e delle imprese. Un presupposto, riteniamo positivo, sta nel fatto che ci sia ancora chi si impegna per il territorio, in maniera caparbia, non avendo alcuna intenzione di arrendersi allo stato attuale. A sostenere tale posizione il supporto di alcuni rappresentanti politici locali in seno al Governo centrale e regionale e, nello specifico, l’onorevole D’Attis che ha garantito con un messaggio video l’apertura di un tavolo di confronto presieduto dal ministro delle Politiche del Mezzogiorno onorevole Mara Carfagna. Ancora una volta riteniamo che Brindisi ha la necessità di voltare pagina, superando impedimenti e pregiudizi.

Antonio Licchello

Leave a comment